Le imprese “innovative”

 

Le news sulle imprese innovative

 

 

 

Le startup innovative

Sono considerate startup innovative le aziende 

che rispettano i seguenti parametri:

  • essere registrate nella sezione speciale del registro delle imprese tenuto dalle camere di commercio
  • essere costituite in forma di società di capitali anche cooperative di Diritto Italiano o di società europea
  • non essere quotate su mercati regolamentati e sistemi multilaterali di negoziazione
  • non essere nate da una fusione, scissione o cessione d’azienda
  • svolgere attività d’impresa da non più di 60 mesi
  • avere la sede principale in Italia
  • fatturare non più di 5 milioni di euro a partire dal secondo anno di attività
  • non distribuire utili
  • avere quale oggetto sociale la realizzazione di prodotti e servizi innovativi ad alto valore tecnologico

A questi parametri di base si aggiungono altri tre requisiti di cui almeno uno deve caratterizzare le start up innovative:

  • le spese in Ricerca e Sviluppo devono essere uguali o superiori al 15% del valore della produzione o, qualora fosse superiore, del costo complessivo della produzione in ciascun esercizio,
  • almeno 2/3 della forza lavoro devono essere in possesso di una laurea magistrale; in alternativa, almeno 1/3 della forza lavoro deve essere in possesso di un titolo di dottorato di ricerca o impegnato in un dottorato oppure in possesso di laurea con 3 anni di ricerca certificata presso istituti di ricerca,
  • l’azienda deve essere titolare licenziataria di almeno una privativa industriale relativa a invenzioni industriali o biotecnologiche, a nuove varietà di vegetale, a una topografia di prodotto a semiconduttori In alternativa, o di software originario registrato presso SIAE.

 

 

Le PMI innovative

Si considerano PMI innovative le aziende che rispettano i seguenti parametri:

    • aver depositato almeno un bilancio certificato
    • essere società di capitali costituite anche in forma cooperativa
    • non essere quotate su mercati regolamentati o su sistemi multilaterali di negoziazione
    • avere la sede principale in Italia

Devono, inoltre, disporre di almeno 2 dei seguenti parametri:

  • un volume di spesa in ricerca e sviluppo pari almeno al 3% del maggiore tra valore della produzione o costo della produzione
  • 1/5 della forza lavoro in possesso del titolo di dottore di ricerca o costituita da soggetti che stanno svolgendo un dottorato di ricerca o che siano laureati con attività triennale di ricerca certificata presso istituti di ricerca oppure 1/3 della forza lavoro in possesso di laurea magistrale
  • titolarità, anche come licenziataria, di almeno una privativa industriale relativa a un’invenzione industriale

 

Le misure di sostegno

Tipologia Start up innovativa PMI innovativa
Costituzione gratuita
Esonero diritti camerali e bolli
Disciplina societaria flessibile per srl
Facilitazioni ripianamento delle perdite
Inapplicabilità disciplina soc. comodo
Disciplina del lavoro ad hoc
Salari dinamici
Credito d’imposta R&S

(deduzione 50% incremento spese sostenute)

Patent Box

(deduzione 50% reddito da brevetti)

Stock option & work for equity
Accesso smart al F.C.G.
Carta servizi ICE  (sconti e missioni)
#ItalyFrontiers  (vetrina online)
Italia Startup Visa /Hub

(visti ingresso)

Smart & Start

(finanziamenti tasso zero)

Startup sponsor (cessione perdite)
Fail fast (esonero da proc. fallimentari)

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Chiudi